NAMASTE'

Namastè...
ovvero "Benvenuti" nella mia
piccola isola spensierata, dove lascio una lieve traccia della vita quotidiana e
così, settimana dopo settimana, dò vita ad un micro-diario che condivido con chi
ha voglia di leggermi, giusto per il piacere di fare della routine un sorriso
assieme a voi e osservare le cose da tanti altri punti di
vista...


giovedì 28 novembre 2013

Torta di ricotta e farina di nocciole

Io amo cucinare le torte per la family la domenica o il sabato pomeriggio...la giornata acquista quel nonsoche di rustico,familiare e dolce!
Vi propongo questa ricetta,ottima per la colazione, anche se non riesco ad allegare una foto, perché non ho fatto in tempo a scattarla......!!!


Cosa vi serve:
300gr di zucchero
60gr di burro
230gr di farina 00
70gr di farina di nocciole
Mezza bustina di lievito
300gr di ricotta
Scorza di un limone bio
3uova
1 bicchiere di latte (solo se il vostro impasto risulta troppo duro)

Come ho fatto:
In una terrina ho mescolato zucchero e uova,poi aggiunto la ricotta e mescolato fino a far diventare cremoso il composto,poi ho versato le farine ed il lievito ne mescolato ancora,infine il burro fuso tiepido e la scorza di limone. Se il tutto vi sembra duro da lavorare (molto dipende dalla ricotta) ,potete aggiungere qui un bicchiere di latte e mescolare ancora.
Versate su una teglia con cartaforno e infornate per 40 minuti circa a 180 gradi.
Buona torta! :-)

lunedì 25 novembre 2013

Da vasetto di tonno a contenitore crema

Qualche giorno fa dovevo consegnare alla nostra Tagesmutter la crema per cambio pannolini di Grilletta. Non volevo darle tutto il barattolo per non invadere troppo spazio nel suo magico bagno piccolino, per cui ho pensato di riciclare un vasetto di vetro, tra quei 290 che conservo da mesi...
La mia scelta e' caduta su un ex vasetto di tonno, basso e compatto, perfetto allo scopo!
Ma mica potevo consegnarlo col tappo del tonno!?no daiiii...
E allora che si fa?? Si va di fantasia!

Ed ecco che con:

Pirottini gialli
Nastro lilla
Nastro adesivo
Colla
Etichetta adesiva
Pennarello con glitter

ho dato vita nuova al tonno al naturale :-)

A me pice molto, lo trovo simpatico e tenero, che ve ne pare?



domenica 24 novembre 2013

Un bel sogno d'amore



Di Andrea Vitali

Un simpatico romanzo che parla della vita, intrecciata, di alcuni compaesani di un paese realmente esistente e che snocciola situazioni ingarbugliate, ilari, comuni e a volte misteriose...che si sciolgono alla fine del libro facendo fare un dolce sorriso alla vita.
A mio parere parte un po' lentamente la lettura, ma poi la storia mi ha preso e la fine ha fatto tenerezza e reso tanta dolcezza e serenità.
Ci sono Adelaide e Alfredo e il Taglia che si incontrano a momenti alternati durante il romanzo....chi sposerà Adelaide tra i due?
E cosa accadrà al maresciallo del paese, tanto ligio al dovere e tanto severo, ma al tempo stesso con un cuore grande così .....?
Insomma...una lettura piacevole e che mi ha permesso di trascorrere dei bei momenti
Buona lettura! :-)

giovedì 21 novembre 2013

Tagesmutter...inizia una nuova avventura

E così anche noi abbiamo fatto quel passo....si, proprio quello: mandare Grilletta a giocare con altri bimbi, senza mamma e papà, senza nonni, ma da una tata che la segue e se ne occupa.
Oddio, detta così può sembrare tragica in effetti...invece non si tratta di niente di diverso che di una specie di mini-asilo: la Tagesmutter!
anche se all'inizio pensavamo di poter gestire da soli la nostra cucciolotta, con l'arrivo di questa seconda gravidanza, abbiamo realizzato che forse forse, da gennaio in poi, sarà per me un pelino più impegnativo seguirla, se non altro perchè ci sarà un altro frugoletto di cui occuparsi e non ci piaceva l'idea che Rebecca ne risentisse, per cui ci siamo informati sulle varie alternative possibili, ed escluso l'asilo nido, ci siamo affidati a questa magica fatina che accoglie al massimo 4 bimbi in casa sua e li segue come fossero suoi.
La nostra tata ci piace tanto, la sua mini mansarda sembra un piccolo rifugio per elfi e sin dalla prima visita "ispettiva" Grilletta si è sentita a suo agio e ha preso confidenza con oggetti e spazi.
Ammetto, si ammetto...che la prima volta è stato per me molto strano: sono fissata con il concetto di autonomia, lasciare libertà ai bambini, farli esplorare, bla bla bla bla....ma quando si è trattato di portarla lì il primo giorno...mamma mia che emozione!!!!
ma vi assicuro, non tanto per il fatto di staccarmi da lei in quel contesto, cioè di essere gelosa di un'altra persona che la segue, assolutamente no, questo devo dirlo, perchè anzi ne sono strafelice, sopratutto vedendo i risultati...piuttosto la mia sensibilità è scattata quando ho preparato il suo zainetto la sera prima....quando ho capito che sta crescendo e che il tempo sta passando velocemente e che ogni istante non torna più.....
ho poi realizzato che, tra le mattine che la porteremo dalla tata e quelle in cui viene la nonna paterna, a me rimane veramente poco (!!!!!!!!!!!) spazio "tutto nostro", cioè la mattina piena in cui la porto in piscina (nessuno si azzardi a toccarmi quel momento!!!) e i week-end, ma mi sembra comunque pochino. Si lo so, c'è chi non ha nemmeno quello, si lo so, mi devo accontentare e anzi baciare i gomiti, si lo so....lo sooooooo...ma che ci volete fare, ormai mi ero abituata ad averla con me 24h e ora mi sembra strano dover quasi compilare l'agenda per capire in quali giorni accompagnarla a giocare coi "bimmmmbi" come li chiama lei e in quali chiamare nonna perchè se la goda un pochino.
Vabbèèèè, son tutti passaggi che fanno parte della vita e che aiutano anche (forse a volte, sopratutto) me a rendere questo nostro rapporto sano ed equilibrato e ad imparare a gestire questo mio nuovo ruolo di mamma.
Mi sento comunque molto molto fortunata, perchè abbiamo avuto la possibilità di sfruttare questo tipo di percorso, senza dover ricorrere pedantemente al nido, che è certamente un impatto diverso per tutti, bambini e genitori.
Grilletta ha iniziato da un mesetto circa (alla faccia della tempestività del post!!!) e ha già portato a casa il suo primo lavoretto: quando la tata me l'ha consegnato ho fatto quasi le lacrime, che splendida emozione! che bello vedere come si diverte e impara con altre persone e in mezzo ad altri bambini, come si esprime senza la mamma accanto e come si destreggia nelle varie situazioni...che incredibile orgoglio e che senso di appagamento notare come tutte le attività fatte assieme in casa hanno lasciato in lei una traccia evidente, che si riflette sul suo comportamento con l'esterno!

bella la vita
bello camminare insieme a te, amore mio
bello anche lasciarti andare

martedì 19 novembre 2013

Rotolo di tonno

Visitate Trattoria da Martina!
intanto.
Questo è il primo punto a cui vi invito: il blog della giovane ma bravissima Martina è una meraviglia per occhi e palato, le sue ricette diverse dal solito e molto chiare, oltre che ben dettagliate.
Detto questo, ho provato a fare il suo ROTOLO DI TONNO e devo dire che ha riscosso molto successo in famiglia, anche da parte di Grilletta, per cui mi fa piacere condividere con voi il frutto di un bel pomeriggio piovoso passato in cucina.

Cosa vi serve:

320g di tonno sgocciolato
2 uova
50g di parmigiano reggiano grattugiato
pan grattato q.b.
10 olive verdi
1 cucchiaio di capperi
1 bastoncino di Emmenthal (io personalmente non lo apprezzo molto, ma potete sostituirlo con altro tipo di formaggio o lasciare il rotolo al naturale)
sale


Come fare:

io mi son preparata tutti gli ingredienti sul tavolo prima di iniziare, così avevo tutto a portata di mano (è un'abitudine che mi porto dietro da anni e che mi piace, perchè mi fa sentire che tutto è in ordine!), iniziate frullando i capperi e le olive fino a ridurli a pezzettini.
Sgocciolate il tonno sullo scolapasta e schiacciatelo bene con la forchetta in modo da renderlo più secco possibile, aggiungete poi il parmigiano, le uova, il trito di capperi e olive, il sale e tanto pan grattato quanto basta a creare un composto compattabile. Ecco...qui cercate di andare ad occhio per regolarvi, io ad esempio la prima volta ho avuto come risultato un rotolo che si sbriciolava nel fare le fettine finali (vedi foto), ma Martina dice che è questione di provare e trovare la giusta dose col tempo.
Formate un filoncino compatto mettendo al centro l'Emmenthal o altro formaggio da voi scelto, incartatelo a caramella con l'alluminio, facendo attenzione a sigillarlo bene.
Portate dell'acqua a ebollizione e cuoceteci il rotolo per circa 30 minuti.
A fine cottura prelevate il rotolo, lasciatelo raffreddare (così si taglierà meglio) e riponetelo in frigorifero per un paio di ore.
Togliete il rotolo dalla carta stagnola e tagliatelo a fette di circa 1-2 cm.
Potete servirlo con salse di vostro piacimento o maionese o con quel che volete....ma vi assicuro che sarà buonissimo!!!


la mia foto non rende assolutamente l'idea, ma se vedete quella di Martina capirete perchè ispira anche i palati più difficili....

Buon appetito :-)

Con questo post partecipo a

Ricetta Rubata

lunedì 18 novembre 2013

Radio FM: 29° settimana

Beh...certo che di tempo ne è passato, eh!?!?
e ho letteralmente saltato gli appuntamenti con Radio FM e le settimane di gravidanza: recupero ora!

In queste settimane la mia pancia è super cresciuta e con lei, ovviamente, e per fortuna, pure il cucciolotto che se ne sta rannicchiato dentro di cui vi racconto :-)


SVILUPPO FETO

Il bimbo dovrebbe pesare intorno al kg o qualcosa di più  e il suo cervello si sta sviluppando a velocità disarmante. I suoni li distingue perfettamente e, news, anche le fonti luminose, questo significa che se posizioniamo una torcia accesa sul pancione e la muoviamo in varie direzioni, lui sarà in grado di seguirla, anche se noi non ce ne rendiamo conto, naturalmente.
La sensazione costante di fame e affaticamento è dovuta alla veloce e rapida crescita del feto, che sta utilizzando tutte le energie per sviluppare ossa, muscoli, cervello e organi interni.
In linea di massima sotto le sue unghiette sono già presenti strati di grasso e nella testolina si son già formati 3 dei 6 strati di corteccia cerebrale.


COME VI SENTITE?

La nostra pancia è in continua espansione e questo ovviamente comporta delle difficoltà respiratorie non indifferenti a causa dello schiacciamento del diaframma. Inoltre il peso del grembo può portare ad un sovraccarico del nervo sciatico e quindi a dolori lungo tutta la gamba e anche la schiena.
In questo caso possono essere utilissimi degli esercizi di stretching, yoga o pilates, oltre che il nuoto.
Nel caso in cui si soffra di cattiva circolazione, attenzione alle vene varicose, che potrebbero comparire soprattutto in questa fase, così come le smagliature su pancia, seno e fianchi.
Come già detto in precedenza, il consiglio migliore che mi sento di darvi è di spalmare del semplice olio di mandorle che ammorbidisce la pelle e la rende elastica.
Continuate a bere molto, in tal modo permetterete al vostro corpo di eliminare tossine e di incamerare liquidi utili anche al bimbo.
Io parlo della mia esperienza personale, ma non è detto che sia per tutte voi così: riscontro una forte insonnia che mi accompagna da mesi ormai e a fine giornata sento la stanchezza che mi prende e non mi concede più forze. Ovviamente, dovendo seguire anche Grilletta, le mie energie sono incanalate tutte in quella direzione, ma se avete modo e possibilità di riposarvi, vi consiglio di approfittare di OGNI SINGOLO MOMENTO della giornata per un sonnellino o anche solo distendervi sul divano e concedervi una piacevole lettura, insomma...rilassatevi e pensate a cose positive.
E' facile anche che in questa fase si presentino (se non è già accaduto prima) problemi di digestione e stipsi, causati dal peso dell'utero. Provate a rimediare con del movimento dolce, una dieta sana ed equilibrata e bevendo molto. Sono del tutto sconsigliati oli minerali e lassativi che potrebbero indurre un parto pretermine. Esistono degli ottimi rimedi che vi può consigliare il medico, parlatene con lui per un consiglio.
Potrebbe sembrare più un bollettino di guerra che la lista dei sintomi in uno dei periodi più belli per la donna, ma considerato che ogni persona è a sé e che si tratta di una fase della vita, provate a pensare che.....al massimo il tutto dura altri 2 mesi ed è per un'ottima causa!!! :-)


COSE DA FARE
Se non vi siete ancora organizzate per un corso preparto, questo è il momento di ottenere informazioni ed iscrivervi, vi potrebbe essere utile per conoscere altre future mamme e condividere timori, dubbi, perplessità e stati d'animo.
Vi suggerisco, inoltre, di visitare gli ospedali della zona per capire quale sia la struttura migliore per voi e quella che meglio vi rappresenta, in modo tale di trovarvi a vostro agio nel momento del travaglio e sentirvi serene di essere accompagnate da uno staff che apprezzate. Ogni punto nascita organizza delle giornate dedicate alla visita del reparto e a conoscere i medici che vi lavorano.Vi ricordo però anche che non è detto che quelli che incontrerete al porte aperte saranno poi gli stessi di turno al momento del parto.....questo è da mettere in conto, per cui concentratevi sulla struttura e sulle opportunità che offre (parto in acqua, possibilità di effettuare massaggi, ascoltare musica, avere una stanza travaglio tutta per sé, possibilità di far entrare chi volete voi.....).
Va detto anche che ogni gravidanza è a sé...io per esempio, con Grilletta, desideravo tanto il parto in acqua e avevo visitato la struttura più vicina a casa, peccato che poi le acque mi si siano rotte a casa dei miei....a 150km da casa mia...e quindi ho dovuto rinunciare al mio sogno, ma mi son trovata stupendamente bene ugualmente, pertanto non fatevi prendere da ansie o timori...siate positive e ottimiste, tutto andrà per il meglio.
Qui il mio consiglio personale è quello di preparare già la borsa per l'ospedale.....che non si sa maiiiiii!!!
Il fatto di poterlo fare con calma e tempo a disposizione, vi regalerà serenità e conforterà nel sapere che è tutto pronto.
A questo proposito vi lascio la lista che ho seguito io e che non mi ha fatto mancare nulla, nella quale sono racchiusi i consigli dell'ostetrica:

per la mamma
  • camicia da notte o pigiamo comodo per allattamento (consiglio personale: portate sia una manica lunga che una mezza manica, è vero che sarà freddo quando partoriremo, ma negli ospedali solitamente sembra di essere ai Caraibi....)
  • ciabatte comode (meglio infradito, che potete portare con voi sotto la doccia in caso di bisogno)
  • un paio di calzini di cotone
  • mutandine monouso di rete o in cotone, comode
  • reggiseno comodo (più grande di una taglia rispetto ad ora, perché nei giorni del parto si formerà il latte)
  • assorbenti igienici grandi (esistono quelli post-parto, che sono molto comodi e capienti, ma potete anche prenderne di extra assorbenti delle linee normali, ma fatene scorta......dopo il parto le perdite saranno copiose e dureranno qualche giorno)
  • prodotti per l'igiene personale
  • asciugamani
  • bicchiere
  • acqua e bevande
  • monetine per il distributore automatico
  • tappi per orecchie e mascherina (vi verrà da ridere, ma è il consiglio migliore che mi sia stato dato in assoluto.....la salvezza per notti insonni, causate da vagiti dei bimbi, lamenti delle future mamme partorienti e sotto travaglio, viavai in corsia ecc ecc, ce ne sarà per tutti i gusti, e non ultimo: la vostra agitazione ed emozione grandissima per il nuovo arrivo fantastico!!!)
  • GRUPPO SANGUIGNO, ESAMI ED ECOGRAFIE ESEGUITI IN GRAVIDANZA, TESSERA SANITARIA (generalmente ci viene consegnata una cartellina dove poter riporre tutto a inizio gravidanza, non scordatela e portatela sempre con voi, anche se fate piccole gite fuori porta nel week-end, non si sa mai!!!!)
  • se pensavate di portarvi un libro per i momenti di relax....scordatevelo: non avrete momenti di relax, ma solo di gioia intensa e grande impegno ad ogni ora! :-)

per il bimbo
  • body o magliette di caldo-cotone o lana, mutandine, tutine e/o spezzati (considerate 4/5 cambi)
  • calzini
  • pannolini 2/5kg e 3/5kg visto che non sapete il suo peso
  • cuffia leggera
  • bavaglini
  • vi consiglio di preparare i cambi in sacchettini, per ogni cambio: 1 body o 1 maglietta, un paio di calzini, 1 tutina o 1 spezzato, 1 paio di mutandine, così da facilitare il lavoro della nursery. Su ogni sacchettino potete mettere un'etichetta con il numero del cambio (cambio nascita, cambio 2, cambio 3 ecc e cambio per uscita ospedale). In quei giorni avrete la testa concentrata al 1000% sul vostro cucciolo e l'ultima cosa che vi serve è perdere tempo per rovistare nella borsa e cercare tute, body, magliette, calzini :-)



domenica 17 novembre 2013

Ritorni...e un sito che mi ha dato l'ispirazione, intervista a Claudia

Premessa: è da un mese che non riesco a postare nulla e mi dispiace moltissimo!
voi non ci crederete, ma ho ben 22 bozze di post che attendono solo di essere completate con foto o dettagli per essere pubblicate, eppure...eppure non ho trovato il tempo.
Questo mese è stato ricco di eventi particolari, in ordine:
abbiamo dovuto portare ben due volte Grilletta al PS (una per forte irritazione dermica, una per otite bilaterale) con conseguenti nottate in bianco (goduria!)
io ho avuto dei forti dolori alla pancia e quindi mi è stato consigliato di riposare di più (facile a dirsi, meno a farsi, vista l'insonnia tipica della gravidanza e quella tipica già di mio!!! e vista l'energia che richiede Grilletta....)
sono stata senza telefono per circa 10 giorni causa assistenza software (o forse non sarà stato che Grilletta ci ha pestato un pò troppo pesantemente con i suoi tichi-tichi?!?!?!)
ed altre varie ed eventuali che vi evito

ad ogni modo, rieccomi, almeno per questo post, al quale tenevo tantissimo e che è lì in grembo da quasi un mese!
perchè se torno, almeno torno in grande, no!? nel senso letterale del termine, con un post lunghissimo, e nel senso più profondo, con del materiale interessante, per cui a voi tutte, buona lettura!

Come avrete notato, ultimamente ho aggiunto qualche post sullo yoga, una pratica che amo e che mi aiuta molto, specie in certi periodi particolarmente carichi.
Nel fare ricerche in internet per trovare posizioni nuove o semplicemente informazioni utili anche sullo yoga per bambini, mi sono imbattuta su questo fantastico blog: "la casa nella prateria", dove la padrona di casa racconta in modo diretto, semplice, lineare e vero le avventure della sua famiglia e ci apre al mondo dello yoga.
Oggi vi vorrei parlare proprio di lei, di Claudia, una mamma very special e del suo blog, che secondo me fa la differenza nel panorama del web e che mi ha dato ispirazione nel parlare dello yoga e soprattutto di quello per bambini.
Si certo, in tante lo facciamo, ma personalmente trovo che lo stile e la storia di Claudia rapiscano alla prima lettura e passino il messaggio di un blog sano e pulito, senza ricami e pronto ad accogliere anche critiche costruttive.
Claudia mi è piaciuta fin da subito; scoprendo le sue mille attività, ho iniziato a seguirla nel blog, poi ho letto il suo libro LA MIA MAMMA STA CON ME e l'ho trovato bellissimo, infine le ho scritto per chiederle se le potesse interessare una forma di collaborazione per divulgare la pratica dello yoga mamma-bimbo e ne è nata questa intervista che trovate qui sotto.
Sono certa che apprezzerete anche voi la sua natura.
Inizia tutto con un mai-tai.....


Ciao Claudia e grazie mille per la tua disponibilità...tra le mille cose che fai hai trovato anche il tempo per questa mini intervista e ne sono lieta.
Raccontaci brevemente di te, per far capire a chi non ti conosce come hai iniziato...
Il mio blog è nato per caso nel 2007, quando ho lasciato Torino per vivere il mio sogno della "casa nella prateria". Siccome tutti mi davano per matta, postavo foto della nostra nuova vita in campagna, per rassicurare amici e parenti.

Quali sono i pensieri che avevi a inizio avventura? Dubbi, perplessità, certezze, speranze...
 
Come dicevo, il blog è nato per caso e tutte le attività professionali che gli ruotano attorno anche. Non ho avuto il tempo di avere dubbi. Mi sono buttata a capofitto in tutte le opportunità che si presentavano.

Come si e' adattata nel tempo la tua famiglia?
 
All'inizio mi sono adattata soprattutto io, lavorando ad orari impensabili o con i bambini letteralmente "addosso". Poi mio marito ha perso il lavoro e abbiamo deciso, insieme, che sarebbe stato un po' a casa ad occuparsi dei bambini per permettere a me di dedicarmi alle mie nuove attività a tempo pieno, facendo il "grande salto" da passione a professione.

Quali altri sogni coltivi nel cassetto?
 
Onestamente, penso di aver realizzato più di quanto osassi sognare. Spero di poter trasformare la scrittura e lo yoga nelle mie due attività principali.

Come ti sei organizzata tra compiti, riunioni scolastiche, blog, libri, traduzioni, lavoro...ecc ecc?
 
Ultimamente le mie giornate sono parecchio improvvisate: e il google calendar mi ha salvato la vita in più di un'occasione.

Qualche consiglio a chi ha voglia di "mettersi in viaggio con se stessa"?
 
Bisogna fermarsi un attimo e cercare di capire che cosa si vuole davvero. Probabilmente non lo si potrà ottenere dall'oggi al domani, ma avere chiaro in mente il proprio obiettivo permette di lavorare sempre e comunque in quella direzione.

Parlando dello yoga, cosa consigli a chi vuole cominciare?

L'ideale sarebbe rivolgersi ad un bravo insegnante. Il "fai da te" può essere piuttosto rischioso. Se proprio la possibilità non c'è, trovate tanti suggerimenti nella mia sezione "yoga".

 
 
E per lo yoga da fare con i propri bimbi quali suggerimenti ci dai?

Lo yoga con i bambini serve ad aiutarli a controllare il proprio corpo e la propria respirazione. Non pretendete di vederli immobili e silenziosi, o la seduta di yoga sarà fonte di stress e frustrazione.

Infine...un po' di sano egoismo (scusate ragazze,ma so che capirete!!!) qualche posizione da consigliare alle future mamme che si ritrovano con un bel pancione e vogliono praticare? ;-)

Ho scritto un post qualche tempo fa: http://www.lacasanellaprateria.com/2013/04/yoga-in-gravidanza-alleviare-il-mal-di-schiena/. Leggete anche i commenti, troverete gli utili suggerimenti di un'amica e collega.


Che ve ne pare?
Io faccio a Claudia un grandissimo in bocca al lupo per tutti i suoi progetti e per le sue avventure, ringraziandola ancora per il tempo dedicato e scusandomi per lo spaventoso ritardo con cui pubblico il tutto.....Claudia.....ti invio un saluto solare! e invito tutte voi a leggere il suo blog, vi innamorerete a prima vista della sua versatilità!

Alla prossima!





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...